Posizionamento siti web sui motori di ricerca

 

Adottare una strategia di posizionamento sui motori di ricerca significa scegliere il canale di traffico che offre le maggiori garanzie. I motori sono oggi lo strumento più importante ed efficace per raggiungere gli utenti della rete: il mezzo maggiormente utilizzato dalle aziende per farsi trovare online dai propri potenziali clienti che cercano i loro prodotti/servizi.

La centralità del ruolo dei motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo all'interno dell'universo della rete, é rilevante al punto tale che una quota stratosferica di persone passa attraverso i motori quando ricerca attivamente qualcosa. Per comprendere appieno le potenzialità dei motori basta pensare che dal 2014 in avanti, solo su Google, vengono effettuate oltre 3 miliardi di ricerca al giorno. Numeri da capogiro.

Cosa sono e a cosa servono i motori di ricerca?

Considerata la sterminata quantità di informazioni reperibili in rete, un’operazione estremamente complessa per gli utilizzatori di Internet é proprio il ritrovamento di informazioni specifiche.

A questo scopo sono deputati i ben noti motori di ricerca (c.d. search engine), che consentono attraverso parole chiave specificate dall’utente - le Keywords - di individuare con estrema rapidità le risorse informative di cui si necessita.

posizionamento sui motori ricerca

In effetti il web può essere paragonato ad un’immensa biblioteca: proprio come chiediamo aiuto ad un bibliotecario per la ricerca di un libro che ci interessa, allo stesso modo in Internet possiamo chiedere aiuto ad un motore di ricerca che permette - in una frazione di secondo - di trovare un elenco di siti pertinenti all’oggetto dell’indagine.

Numerosi sono i motori di ricerca disponibili sul web, ma il loro funzionamento é abbastanza simile: come accennato in precedenza, si procede, infatti, attivando una ricerca attraverso una o più parole chiave, significative per rappresentare l’argomento di interesse. Una oculata selezione delle parole chiave é quindi imprescindibile, poiché consente al motore di ricerca di allargare o restringere il range della ricerca medesima, a seconda delle esigenze.

Il passaggio successivo da parte del motore di ricerca consiste nella stesura di una classifica basandosi su di un complesso algoritmo che tiene conto di centinaia fattori.

Gli utenti che eseguono una ricerca si trovano in questa seconda fase sulla pagina dei risultati del motore.

L'anatomia delle serp é notevolmente mutata rispetto ad anni fa, prima una serp altro non era che un'elenco di 10 link blu. Ora le stesse serp, parallelamente ai vari link delle pagine di risultato, possono avere al proprio interno box di news, immagini, video e knowledge graph. Oltre alle serp principale possiamo ampliare la stessa ricerca con i link di immagini, video, notizie, shopping ed altro. Google tra l'altro é in grado di affinare le serp ritagliandole sull'utente specifico e sulla sua localizzazione geografica e linguistica.

Cosa devono fare le imprese per farsi trovare sui/nei motori di ricerca?

In realtà le aziende dovrebbe chiedersi: come deve essere il nostro sito per farci trovare in prima, massimo seconda pagina, all'interno delle Serp (pagina dei risultati del motore di ricerca, acronimo di Search Engine Result Page) dei motori?

Dovrebbero chiedersi questo poiché, per essere presenti in maniera adeguata sul web e ottenere un reale vantaggio competitivo, devono, per prima cosa, rendersi visibili su i motori, Google in primis, il quale convoglia da solo oltre il 70% del traffico sui vari siti che popolano la rete. Un sito web che non é visibile sui motori di ricerca ha un valore promozionale pari a quello di una bacheca di annunci affissa in uno scantinato. Pari a zero.

E’ ovvio che chi naviga non va oltre le primissime pagine. In che modo le aziende potranno rientrare tra le prime richieste ed ottenere un posizionamento migliore di quello ottenuto dai siti web concorrenti? Un buon posizionamento dipende da moltissimi fattori.

Il team di Google ha più volte ribatito che i fattori di ranking mediante i quali un sito viene posizionato prima di un altro sono oltre 200. Per ovvie ragioni non ha mai elencato quali fosseri i 200 fattori, si é limitato a pubblicare un vademecum che illustra le linee guida per l'ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca.


Per capire meglio come muoversi occorre essere a conoscenza delle logiche che governano le dinamiche di indicizzazione. I nostri continui test e sperimentazioni fanno in modo che i siti da noi creati siano altamente Search Engine Friendly, graditi appunto dai motori.

serp google

I siti da noi creati vengono posizionati per le keywords concordate con il cliente nelle primissime pagine, in maniera organica, non a pagamento.

Ci sono poi tante aziende decidono di investire dei budget per l'advertising, mediante annunci sponsorizzati sui motori. Ciascuna visita ha un costo in quanto il sistema che regola questo meccanismo pubblicitario si basa sul costo per click: tanto più é competitiva la/le keyword/s scelta, tanto maggiore sarà l'investimento.

Se deciderai invece di rivolgerti a noi avrai un posizionamento naturale per le keywords da te scelte!

Le fasi di una corretta campagna di posizionamento sui motori di ricerca

Chi come me studia da anni l'attività di posizionamento non può ignorare tale assioma. La realtà dei fatti é che un sito web non porta automaticamente, per il solo fatto di esistere, concreti contatti commerciali. Se prima ingenuamente si pensava che bastasse realizzarne uno per ottenere un ritorno di immagine o di clienti, oggi anche il meno smaliziato ha compreso che senza un’adeguata strategia di marketing alle spalle si rischia di rimanere nell’anonimato. A seguire vi elenco gli step fondamentale per una corretta attività di pianificazione di una campagna di posizionamento sui motori di ricerca.

  • chiavi ricercaFASE 1: Scelta delle parole chiave significative ed analisi dei competitors

    In fase di pianificazione é fondamentale individuare le keywords più adatte per le nostre pagine, la cosidetta scelta delle parole chiave strategiche. Spesso questa fase viene sottovalutata, con la conseguente compromissione di tutta l'attività di posizionamento che rende difficile la visibilità del sito. La scelta delle keywords va dunque fatta in funzione del livello dei competitors esterni ed in base alla tematicità del sito.
  • html 5FASE 2: Creare contenuti ottimizzati per i motori ed originali per gli utenti

    Il problema dell’ottimizzazione dei siti per i motori nasce dalla potenziale dicotomia fra l’efficacia di un sito per gli utenti e l’efficacia per i motori di ricerca. Si tratta di un lavoro di medio lungo termine, che premia nel lungo periodo, quello necessario per implementare modifiche strutturali e di contenuto e per lasciar tempo ai motori di indicizzarle e di incorporarle nel proprio indice al fine di renderle fruibili per i visitatori.

  • strategie linkingFASE 3: Aumento della popolarità mediante strategie di linking

    E' necessario adottare la giusta strategia di linking, un'adeguata strategia di linking permette di accrescere la reputazione del sito. Questo perché, quando i visitatori riconoscono contenuti  interessanti e di qualità, indirizzeranno naturalmente altri navigatori verso di esso. Il passaparola online dunque lo strumento principale per costruire la reputazione del tuo sito.
  • report statisticiFASE 4: Analisi statistica delle performance relative al traffico su di un sito

    Conoscere i numeri del traffico di un sito web é centrale per valorizzare un’attività di marketing online e per poter apportare interventi correttivi alle strategie in uso. Le attività effettuate nell’ambito di una strategia in rete hanno infatti lo scopo di aumentare le visite e di portare traffico di qualità verso un determinato sito.

Morale della favola - Le conclusioni

Un sito non può essere paragonato ad una vetrina di un negozio nel centro di una grande città, in cui il potenziale cliente entrerà e acquisterà qualcosa solo grazie al fatto di esserci passato, per caso, davanti. Possiamo costruire il sito più bello e funzionale del mondo, ma tra centinaia di milioni di siti che affollano la rete  difficilmente qualcuno “verrà da noi” per caso. Tutte queste attività, senza un adeguato assetto organizzativo, possono portare a risultati scadenti che non giustificano il dispendio di energie e di denaro.

NOI NON TI FACCIAMO PERDERE TEMPO E SOLDI: Se vuoi un preventivo gratuito per il sito della tua attività contattaci ora!!

siti visibili sui motori

"Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo" - Henry Ford